Posts contrassegnato dai tag ‘virgolappesa’

Limo sull’asfalto

Pubblicato: 31 gennaio 2009 da The Cats Will Know in scrivere
Tag:, , ,

 

(Zeitgeist ) -originale- 

(…)

[in questo lasso in subbuglio

spaventa solitario

un bisbiglio -acquitrino-

di latrine abusate da più lingue

vuoto nel quale

liminare si espande la voce

-di Cantatrice Calva-

nell’atto unico del mimare

fulvo cordoglio a quel

-buon seminatore-

e sparge in etere sol

neve -vita alta

dal cavallo sempre più corto-

lampo senza finimenti

che ha infranto in estrazione l’affare

del secolo l’ultima puntata

è che si spera ancora

ripresa in

parabole sicure:

più non funzionano come prima

e l’anima in chiusa,

privata della rima tarda

le segrete e dice

niente l’accaduto

impera il fiato avaro

di ascolto

-perso-

nel fato scomposto

del coro

-celeste- nel celebrare

un ego di statura invero prominente

ancora intera da percolare

-niente cammelli

mai più

nessuna cruna-

passa adesso intatta

in questi occhiali. ]

 

(…)

[in questo tempo sconvolto

-acquitrino- di latrine

abusate da più lingue

languono voci dove

è insano vizio seminare

utopie di vita

l’anima inibita indugia le segrete

e dice niente l’accaduto

impera il fiato avaro di ascolto

-Dove-

il fato scomposto da cori

celesti

è un ego di statura invero alta

da percolare

-niente cammelli e crune-

in questi occhiali. ]

 

 Ho postato l’originale, forse andava meglio … a voi i suggerimenti del caso.

ps.  Un saluto a questo lido, virtuale.

 

 

Annunci

SiPario

Pubblicato: 28 ottobre 2008 da The Cats Will Know in scrivere
Tag:

Così confezioniamo sorrisi a rendere
ed etichette lucide per quando c’è il sole;
fingiamo pudore e borsette piene
per poi lasciarle sulla poltrona del teatro
chè lo spettacolo era già visto
e non si sono accorti del buio
in sala
dovevamo tagliar la polvere
così da ritrovarci un giorno
le impronte

eravamo nudi e nessuno lo ha notato.

Pane e parole

Pubblicato: 9 ottobre 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:
E noi che coloriamo di notte
le zanzare
gli acquerelli e il cielo
le finestre senza vetri
i muri opachi
e poco appariscenti

noi senza domande
quante le risposte
e gli algoritmi magici
pane e parole
che saziano i furbi
ma noi ce ne freghiamo.

Luna s'ignora

Pubblicato: 4 luglio 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:,
Malinconie veloci
rubate ad un sussurro
nel cielo nero di una notte in città
che il mare sembra distante
e il sale è dentro al cuore
tutto
funziona a perfezione
pure gli intrecci incomprensibili
ai profani o forse agli invidiosi
tutto
si distingue fra scadenze e nuove cose
azzurri incipienti e vento sul viso
non questa sera
che tace pure la luna
seppure accesa e indispettita
dalla musica dentro i miei occhi
dalle mie mani frenetiche
e dai baci che le affido
complice il silenzio.

Rogo

Pubblicato: 26 giugno 2007 da The Cats Will Know in scrivere
Tag:,

Si indovinarono percorsi
come fiumi
disserrati aperti
in abbondanza d’estasi
vorace

niente rimase insoluto
perfino che il mondo fosse arancione
e blu il cielo ascoltasse,
tutto sfuggì all’oblìo
di una promessa,
perchè vivere è facile
più che interrogarsi.

Un segno blu

Pubblicato: 31 maggio 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:,
Parentesi furtive di pensiero
finestre blu sulle pareti colorate
al sole
tracciano un segno
di lumache piccole sopra una sedia.

Parentesi leggere sulla bocca
sorriso e voluttà
e quel richiamo
d’occhi
che in questo momento
potrei anche disegnare.

Così se capita il sole

Pubblicato: 21 maggio 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:

Pochi giorni in verità
sono
come quei mesi
stesi
inspiegabilmente bianchi
da respirare.

Numero quattro

Pubblicato: 17 maggio 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:

Ma poi diventa facile bagnarsi senza pioggia
come un temporale farebbe con le foglie
invece di asciugarsi l’anima col vento
delle sei
mi pare strana la nebbia sui cuscini
le pieghe di acquerello e fango
e le montagne
appese alla parete senza cornici
perchè sovrabbondanti
ci piacciono gli errori
ed anche le ore amene.

Propiziatorio prodromo all'altare

Pubblicato: 3 maggio 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:

Ormai che venga
l’estate bella
e le zanzare
vengano
sui muri con le macchie rosse
fra trascorsi nervosismi
e notti insonni
a sognare

vengano occhi belli
da nutrirsi l’anima
quel tanto
tanto immaginato
come fosse detto
venga l’arresa

e quindi venga
quel giorno
prenotato
l’accento giusto
sulla parola che manca
e tuttavia c’è già.

Per i colanti

Pubblicato: 23 aprile 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:

le foglie verdi e il sole a coccinella
fanno pieghe inventate sul zigzag delle lumache
e il cielo
mi racconta di ritorni
finalmente
soffia fruscìo pesante
per la quiete
si passi dopo pranzo
attenti al cornicione.

Si a

Pubblicato: 16 aprile 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:,

Le fragole organizzate
in occasione
rose
come si deve
acCadere
ci ho già pensato troppo
quindi.

Arida piove

Pubblicato: 30 marzo 2007 da The Cats Will Know in scrivere
Tag:,

Malinconia imprecisa
la piccola manina, che non fu
dispiace come il pane
e nuvolette
bianche o vere
il segno sia meno
per le addizioni ci stiamo organizzando.

Asilo

Pubblicato: 19 marzo 2007 da The Cats Will Know in scrivere
Tag:, ,

Qui c’era una pallina, di carta colorata
che si intonava agli occhi, alla barba
al libro sulle gambe
e il cielo bussava alla porta
colorando il corridoio e tutti quei muri

qui c’erano quadretti e matite
e vento sulle foglie
verdi verdi
le mani infilavano la terra
sminuzzando l’anima insieme a lumachine

qui c’è un aquilone, nell’acqua
non si muove.

Si cambiano veloci le puttane

Pubblicato: 15 marzo 2007 da The Cats Will Know in scrivere
Tag:, ,

Giallo e rosso si chiamano Kandinsky
e gli occhi azzurri
che sfiorano una idea
invece non fingono
i quadretti stropicciati
sulle cosce
dita mani labbra
alla rinfusa come una fame
di caramella
rimasta nella tasca
senza più gusto
se non quello di aprirla.

C'è chi ha occhi e chi non ha lenzuola

Pubblicato: 12 marzo 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:, ,

Le cose delle case
le distanze camminano sui tetti
le cose delle chiese
le capanne diventano colline
e c’è chi ha occhi e chi non ha lenzuola

ho detto sono qui
così mi sono persa

e ritrovata
il gelsomino leggero
le conchiglie
due da ritagliare
sono qui

lo sai che c’è una stanza bianca e blu
per dopo pasqua
e un uovo senza anello
dentro

hai detto sono qui
così non sei rimasto

e ripartito
il gesto filtrato 
solo un pensiero
un piccolo disegno
non sei qui.