Posts contrassegnato dai tag ‘screamer’

Ethereal VapoR

Pubblicato: 10 luglio 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:

In questo passaggio orbitale un vapore etereo ha soggiogato ogni brama ed aspirazione. I rantoli mefitici del sostenitore umano vengono confusi, mixati a sessantaquattro voci in pannelli statici ed asettici. Gotici baroccamenti derivanti da inutilità meditative assicurano la prevalenza al malessere distribuito nel terracqueo globo. Ancorato a neri sortilegi di natura elettronica, sovrappeso particolari di vie fognarie e biologiche atte allo scarico dei rifiuti umanizzati e riciclati dalle sensazioni di vellutati sentimentalismi.
Il raso granato della mia esteriorità è conclamata perdita di volere, pensiero come accesso primario alle spirali di realtà parallele ed incostanti. Nella storia ecclesiastica la punizione all’eresia fungeva da spettacolo e monito all’umana massa beota; non molto è cambiato.
Se il passaggio orbitale fosse via di espiazione o illumininazione dell’Io allora quest’infame alterigia al complotto ed alla discussione non necessaria avrebbe un materiale senso d’esistere. Ma non lo è.
Il corvo becchetta l’occhio e la pupilla al sole inaridisce. L’umano insidia il cybernetico e col tempo il circuito degrada. Sostanziali differenze, approssimative similarità. Tutto è nulla e nulla è tutto: dipende dal punto di vista.
La prospettiva è essenziale.

Annunci

Tracce di che?

Pubblicato: 17 aprile 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:, , ,

Tracce d’umano, rinvenute tra i denti. Avvinghiate all’unghia. Nelle protuberanze intestinali.
Il parto fu amplesso dai mille volti per la donna. Costretta a perpetui blocchi periferici. Continui, incalzanti, tracciati su monorotaia viscerale. Il desiderio fu più forte e la carne si concesse [parafrasi evolutiva?]. Sublimazione dello spirito, appiattimento bidimensionale. La macchina fu amante senza passione in grado di catapultare la stessa essenza aldilà di varchi… sodomia computerizzata. 
Il Messia nacque. Da membra scolpite con tecniche di rinforzo muscolare. Sorse dalla vagina e rifluì all’esterno dello stantio processo dell’ordinario. Crescita intensiva, ma in Tempolungo. In-fine proiezione: crocifissione a volute semaforiche. Totale, visionaria ed implicita razionalità urbana.
Non umane tracce.

65 watt

Pubblicato: 30 marzo 2007 da The Cats Will Know in scrivere
Tag:, ,

Grigiori increspati in stillicidi d’aghi planari. Nella stanza. Cenobiti. Sorridono. Leccando pareti nero marquinia trasudanti libertà. Agognata e sedotta, in trincea. Nell’influsso di catene rugginose, in cigolii vibrati sottopelle. Richiedono sacrificio, contriti in lattice siliconico avvolgente membra efebiche. Tossicodipendenti. Nell’iniettar-[si]-ero doloroso distillato di paure. Rigidi, ermetici. Banchettano della carne, nella carne. Denti cariati e alito d’acido. Abbandonando mani nella mente pulsante, estirpando coacervi sinaptici. In sintonia con il baluginare della lampadina.

Non SensO

Pubblicato: 23 marzo 2007 da The Cats Will Know in scrivere
Tag:,

Parallassi. Nebulose introspezioni prive di logica sequenza. Circostanze misto-mare perlopiù non verificabili. Assenza e metodo, mancanti. Ripugnanza maniacale a qualsivoglia pensiero inespresso od espresso, macchiato caldo con schiuma al cacao ma sovrimpresso nelle pareti corticali e nel ventricolo sinistro da… desaturazione di vita. Torchiato il malleolo e tradito l’iride, sostenuto il programma a suon di battiti e ciglia. Corsa e visione e ristagno. Parvenze, latenze, demenze! Soprattutto, scemenze.

ViguelA

Pubblicato: 19 marzo 2007 da The Cats Will Know in scrivere
Tag:, ,

In ascolto. Gli zoccoli calpestano furiosamente terreno riarso dal mediterraneo sole. Seduto, un calice di vino. Assaporo profumi vellutati e persistenti, mi inebrio di gusto ed afferro l’oscurità cercando visioni… poche ore mi separano dal ballo con te. Lentamente riscopro movimenti del corpo, posizioni di assoluta sensualità, aspetti e fascinazioni insospettate. Lentamente immagino pelle su pelle, mani su mani, energie profuse nell’unione fisica. Cresce nella parte più profonda una sistemica assueffazione a questo calore indotto. Generazione di continuum rinchiusi in pochi attimi di massima pulsione emozionale. La viguela porta in me carica dirompente, la lingua è ignuda e volteggia tra volute di alcolico nettare. Verserei il rosso e prezioso sangue della terra nell’incavo della tua vita per ammirarlo scorrere. Come una strana ed aromatica pioggia. A me il calice ed il braccio. Riaprendo gli occhi tra le ombre rivedo i tuoi passi perfetti… e scorgo la mia sintetica sofferenza.

Santuario

Pubblicato: 15 marzo 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:,

Le sensazioni vengono inoculate come siero, si propagano come metastasi e prolificano con modus operandi esponenziale. La mia rete percettiva esplora nuove individualità, assapora il contatto con cybernesi allungate, visualizza contesti e superficialità.
Delirio, come sfiorare la lama del rasoio ed aprire piccole ferite sanguinanti, coscientemente… e continuare!
Se io fossi lama il mio lavoro consisterebbe nell’ispezionare ogni minimo frammento della tua anima alla ricerca di macchie unicellulari dalle quali carpire le tue verità.
Attraversare i ruderi del tuo essere, camminare tra le rovine di proto-architetture, sagomare eccentricità fanciullesche o reinterpretare concretezze adulte[re]. Alla ricerca di speranza, cattiveria, solitudine, codardia o quale altro momento psichico alberga nel tuo santuario.
Ho poggiato la mano su pietre dalla levigatura incerta e dai contorni frastagliati come scogli atipici, tuttavia non sono riuscito a guardare oltre la finestra. Oltre il nero opacizzato del vetro ho potuto scorgere solo figura di spalle, nella nudità dell’umano organico simile al paramecio di paleontologica memoria.
Vibrava il nudo, tratteneva il suo calore con braccia conserte. Uno sguardo non rivolto, mal riposto, nella pura assuefazione del siero. Il verde-arancio da scarto industriale sgorgava nel suo grido mut[ev]o[le].
Colonizzare l’Ego per ridistribuirne il codice.

ArtificE

Pubblicato: 11 marzo 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:

Ciò che la discriminante non annulla riceve nuova energia per alimentarsi in un’Entropia Oscura e Malevola. Finestra di pensiero che s’apre nell’incessante ruotare della Monotonia. Al pari di un sottolivello bicolore di photoshop, attimo d’integrazione tra Io ed Astratto. Pensieri e consapevolezza di non credere a ciò che viene proposto.
Artifizio, null’altro.

SmokE

Pubblicato: 8 marzo 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:

Segni premonitori e sensazioni maleodoranti. Idee che verranno, ma senza coraggio d’apparire. Tentacolari movimenti trasversali trasportano, luoghi presso i quali la rifrazione dell’intelligenza è fonte e pozzo. Esanime, cadavere sulla strada. Non resistente all’urto frontale. Investito d’ansia sociale, rivestito d’indifferenza consolatoria.
Questo è un mondo di fumatori ed io ho perso il mio pacchetto di sigarette.

ChoisE

Pubblicato: 7 marzo 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:

Lisciando la pelliccia dell’animale vibrazioni generate dalla catarsi del Secondo Occidente m’invadono. Le strutture sono disgregate, le saldature dissolte ed ossidate. Tremante m’abbandono alla forza non istituzionale di accordi e stonature ben arrangiate, considerato il livello della vita è quasi liberazione. Sempiterno, non casuale, forse causale. Signori fate la vostra scelta.