Posts contrassegnato dai tag ‘frammenti’

Sento la pelle raffreddarsi in attimi spiccioli.
Quando vedi i brividi scendere nell’anima e sfibrarti.
Mi lacera sentirne il male allinearsi nelle vene e pompare come nulla fosse.
Rabbiosamente mi cimento nelle costruzioni edili dei miei sogni.
Mattoncino dopo mattoncino.
Leccando e smussando le parti in eccesso.
Ma non costruisco nulla,annullo solo il futuro mandandomi in bestia da sola.

[credi sia malattia?…questo cibarsi di anima in altalena continua?]

L’emozione migliore la vivo sorridendo con i ricordi felici.
Di quando l’infanzia era una costruzione continua.
Mi vedo da piccola,a correre senza tregua alcuna fra le braccia di una madre sana.
Mentre ora la vedo deperire giorno dopo giorno.
Sento il ticchettio farsi feroce.
E sento che forse sto odiando questo tempo infido.
La mia vita è un disgregarsi,mattoncino dopo mattoncino.

[ci sarà tempo per i rimpianti?…i rimorsi?…valige stipate nell’anima]

Vorrei non avere la fragilità di quelle margherite di campo.
Calpestata dalle parole di chi dice di conoscermi,ma che in fondo si ferma alle solite apparenze.
Non vorrei dita sporche d’inettitudine a raccogliermi.
La vita è un macello,carne appesa davanti a sguardi atroci e beffardi.
Sono anch’io appesa lì mortificatamente appesa.
Mentre sento il sangue defluire come le lacrime che verso.

[è un lusso il futuro]

Annunci

Vertigine scomposta

Pubblicato: 18 maggio 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:, , , , , ,
Nel mio ventre ho
spire scomposte
di parole in fila
 
come collane da stringere a cappio
in vertigini di nuvole
arroventate
 
distorti anatemi
scrocchiano sulla lingua
e in humus mi mutano lenti

"Ingannevole è il cuore più di ogni cosa"

Pubblicato: 7 maggio 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:, ,
Rendo il tempo memoria,
vaghezza di solitudine
in cui arpeggiano ricordi scollati,
gioco di bricolage malefico
che non si ricompone.
 
Contraggo ansie
Violento angosce
Stupro attimi vestiti di passione
Svesto versi fino a lasciarli nudi.
 
Cerco nuove venature d’amore,
graffi d’uomo sul bianco marmoreo del corpo,  
e mentre aspetto,
ricucio scampoli d’anima,
arroventando il respiro.

Dream#1

Pubblicato: 6 maggio 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:, ,

Mescolo liquidi
selvaggiamente futili

sogno prati di girasoli
e meli

e mi fermerei
sospesa

mentre mastico
una stella

BREVE VORTICE

Pubblicato: 25 aprile 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:, , , , , , , ,

E’ un breve vortice a ridere

che l’oggi svuota l’ieri,

apparenza senza drappi

d’oltre a sfigurare,

nella prima ora del giorno

proietta il senso,

di te,

nel centro d’un

movimento sotterraneo

rapito alla luce,

del mio mondo,

ridotto.

Pubblicato: 18 aprile 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:, , , ,

Degli oggetti magenta su madeleine b/n

 

 

Ventisette copie partorite seminude fra i riquadri

polverosi di pomeriggi a grappoli, spremuti

a bicchieri e battiti, come glicini irrisolti da non-suoi

cardi a poco prezzo

 

Salmònali gli steli che non vedi, i segnali

complementari che ti crescono fra le maglie larghe

delle reti scalze amate a tre quarti

sugli spalti della cattedrale che non esiste

se non ci sbatti contro con i sensi

 

Ventisette copie e una cornice per non far stracciare

la schizolalia del pensiero. Per quando è sera

e lo sputo del lampione non basta

ad esplorare il suicidio di un piccione che gioca

a nascondino con la morte

 

Salmònati, e màngiati, e poi condanniamoci

con le dita, prigionieri di fatwa dorate

nel castello grigio della zona industriale

Un instant movie a cui manca il curry

da sciabordare, a pizzichi

 

su madeleine, in bianco e nero,

degli oggetti magenta della  sera

CB ( Nablu )

A MIO PADRE

Pubblicato: 18 aprile 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:, , , , , , ,
Si ballava come sposi,
le tenaglie di un’altra vita
infierivano solo un poco,
come rossetto sbavato
sulle labbra d’una vecchia
signora.
Cedevoli i tuoi passi
incespicavano nei miei
ma sorridevi
come quando nacqui,
un vestito blu vecchia maniera
ti conteneva tutto,
anima e corpo senza gilet
in un giro di valzer.
Con ginocchia malferme
si piegavano i secondi
e ammiccavi alla mamma
che ieri, ieri non c’era più
e l’adesso era orgoglio,
di me e di te,
tornati Nome sulla lista
di un Angelo,
passaggio perfetto di due vite
a fluire,
un solo tender di mano per sempre.

D'ESSERE MINIMALE

Pubblicato: 10 aprile 2007 da The Cats Will Know in scrittura
Tag:, ,
Materia,
annusando il loto
fiore si spoglia.
Carne,
ingordigia supina
in boschi di pietra.
Arresto,
croco minuto
nel prato gelato.
Susseguirsi d’olio
Al lume le luci,
fossi di ricordi
nel calice d’un giacinto.
Istinto,
spunta al germoglio
filo d’erba ritto
nel mare dei colli.
Soprassedere
Al tramonto
Rende l’alba perfetta.