Posts contrassegnato dai tag ‘dentro la terra’

Terra #6

Pubblicato: 10 marzo 2012 da morfea in Uncategorized
Tag:, , ,

la voce assorta nel giro di passi
-ruggisce fra numeri dispari –
nella chiara d’uovo che galleggia
si tramanda l’inverno da nocca a nocca
in un cambio d’armadio
[fra lane e corde di neve
livellano sui nudi
le pratiche di libertà]
svegliati ora da un cigolio
e fra la bocca e la parola
resta notte – come un sipario

Annunci

Terra #5

Pubblicato: 29 febbraio 2012 da morfea in Uncategorized
Tag:, ,

la congrega delle zolle rammenta
alla voce ogni chicco di silenzio,
come le piccole mani di un figlio
che si sbraccia innamorato
di quel seno, che è madre

Terra 4#

Pubblicato: 21 febbraio 2012 da morfea in Uncategorized
Tag:,

devo scrivermi un appunto a fior di vena
così che il tempo del cammino mi sia
l i e v e
per questa conta degli assenti
straniti dalla luna
che rimbocca i vestiti
sotto i gomiti della neve

Contraccolpo

Pubblicato: 18 febbraio 2012 da morfea in Uncategorized
Tag:, ,

Affollate di terra queste dita
e toccare il suono di un tuono
nello spazio spaccato dai denti

scuote il seme nei cavi d’acqua
occhi e corpo in alberi stancati
e il fondale marino – pregato

avvieni in calchi – ricamati
un contraccolpo d’ombra
sulla corteccia vanificata.

Di Terra in Terra

Pubblicato: 11 febbraio 2012 da morfea in Uncategorized
Tag:,

Metto le mani nei crocifissi di radice, questo spingere la schiena che si fa come una preghiera – un gomitolo di foglie perdura questo tempo deframmentato fra il derma di pace e la guerra dei rovi.
Attendo umana – la pioggia battente sui seni, come una preghiera fin dentro le carni, un terreno di giada.
Vorrei spiegarti che i lembi verde – murati sono le mie gambe, interrate a picco al centro della terra e che c’è il desiderio di percepirti come un verde di spuma e mirabili gigli.
Radici – radici esposte e questo sole che mi schioda e spiuma, un lamento la forza del mare al largo -pensatoio come una briciola di sabbia sui labbri e fra i rebbi di forchette di ruggine.
E riannodo questo poco che arriva passandomi accanto, con una pietruzza e un vetro scavato, io che sono il verde e la terra in un moto perpetuo.

Terra #3

Pubblicato: 8 febbraio 2012 da morfea in Uncategorized
Tag:, ,

Ti sporziono la neve dagli occhi, affilando
le parole in un battere di ciglia
in attesa di questo andare nelle fronde che sanno di notte,
in una supplica destinata ad uno sciame di becchi,
che scorrono in cerchio pieni di quelle domande
spietate ai miei occhi sparsi
quando inghiottiti dalla bocca di terra
che mi cammina sotto i passi
sanguino gusci di noce e requiem

Terra #2

Pubblicato: 6 febbraio 2012 da morfea in Uncategorized
Tag:, ,

credo nei boschi e nel fruscio divino
che s’arrampica e morde labbra,
frutto che sciogliendosi lungo i bordi-
ossida

credo nelle difficili coordinate dell’io
sfinendo lingue che scorrono
colmando spazi di braccia in ammanco

[ricordami ogni linea,
il respiro spinto nel cuore
che stranisce le zolle
quando le unghie grattano
pianti e parole]

Terra #1

Pubblicato: 3 febbraio 2012 da morfea in Uncategorized
Tag:, ,

hanno strani dondolii questi giorni
acciacchi di terra, sulle lunghe gambe nere
quando gli occhi alluvionati si disperano

[le dita e quelle sottili forme
d’amore cronico
che tutt’intorno frena
miagolìo tiepido questo tuo
darmi torto]