Archivio dell'autore

1035.

Pubblicato: 1 febbraio 2013 da Andrea Lucheroni (Jmarx Poetry) in scrittura
Tag:, ,

Con gli occhi del padre, mi siede accanto
. il tormento della luce che si espande
mi guarda come un albero del tè, mattino
. tra i primi mucchi della ricostruzione
mi parla di una cortina di futuri, da difendere
. come detriti assolti
dallo sforzo.

Ed io, figlio dei miei occhi, lo assecondo.

Lo assecondo ancora, mentre
si ricopre di città.

Annunci

173.

Pubblicato: 17 luglio 2012 da Andrea Lucheroni (Jmarx Poetry) in scrittura
Tag:, , ,

Eravamo quei palazzi.

Facciate di parole contenuto
che scorticando i silenzi intonaco
delle finestre e crepando impalate

rocciolavano frenesie
e come laterizi, risentimenti.

Quei palazzi accesi.

375.

Pubblicato: 25 giugno 2012 da Andrea Lucheroni (Jmarx Poetry) in Uncategorized
Tag:, , , ,

Si difende.

La mente nei suoi caruggi
circonfusa dalla realtà.

Come continuamente estirpata.

489.

Pubblicato: 2 maggio 2012 da Andrea Lucheroni (Jmarx Poetry) in scrivere
Tag:, ,

Si cammina

sotto i colpi della rinuncia
all’intima guerra mentale
dell’Io che senzafili cade
rimbalza tra le macerie del cranio
e di marmo
sboccia sul tablet
come le rose di Sarajevo

ci sedemmo
sotto un sole di impronte sul vetro

Il dialogo tra Giove e Venere (Marzo 2012)

Pubblicato: 12 aprile 2012 da Andrea Lucheroni (Jmarx Poetry) in scrivere, Uncategorized
Tag:, , ,

Sui vuoti che esistono le cose
non insisto
sulla gravità che le sostiene poi
sparpagliate e misere

ridotte ad icone sulle finestre
che finestrano il mondo

io esito

ormai di schegge
come la matita al tendersi tesa

tesa allo spezzarsi mai

(sento il tratto morbido che avrei

percorso di carta su un foglio

e premo invio)

265

Pubblicato: 19 marzo 2012 da Andrea Lucheroni (Jmarx Poetry) in scrittura, Uncategorized
Tag:, , ,

Eppure

mi risveglia questo tremore della strada
pietraia che si dà una direzione
autobus pieni di gente appesa
e il giorno
fa una giravolta sulla finestra
si strofina gli occhi
mentre mi abbottona la camicia

io sento quelle mani di ghiaia

Burattini wireless che guardano la Luna

Pubblicato: 8 marzo 2012 da Andrea Lucheroni (Jmarx Poetry) in scrivere
Tag:, , ,

Ormai rattrappito
da occhitelescooopici

il cielo,                             tramaglio inaccessibile
.                                     della prospettiva del nulla,
stende il corponudo del panorama
sincronizzando le nuvole

.                                        da qualche parte

su un groviglio di cavi

58

Pubblicato: 28 febbraio 2012 da Andrea Lucheroni (Jmarx Poetry) in Uncategorized
Tag:, , ,

(rumore
di passi soffocati
come su un tappeto d’autunno
e di legno
che si scheggia quasi
piegandosi)

Il tragitto delle parole
che si incastrano nell’uscio
in un fiato della porta
lascerà tornare le ombre?

Ogni cosa grida

Ogni cosa è incapace
del silenzio del silenzio
di cui si nutrono
le proprie parole