SHEOL 7

Pubblicato: 5 ottobre 2013 da O in Uncategorized

raccoglieva le parole
,
mostre di porte per atri
raccoglieva colori per sentirsi libero
sbagliava
nutriva la sua ombra per non farla apparire trasparente
svago di un nero scappato per le troppe persecuzioni
raccoglieva le parole
le allineava
senza farle incastrare
le allineava per sentirne l’odore
vuoto
serpente illuminato nelle sua squame sotto il cielo stellato
occhi che guardano limite
gli mancavano due anni alla pensione
usciva
raccoglieva le parole e le masticava come tabacco
per poi sputarle
odore di mare

commenti
  1. O scrive:

    si potrebbero dimenticare i nomi e le parole i significati e le pagine dalla forma di megafono, ma si dovrebbe implorare la clemenza di chi resta, di chi scrive e di chi legge, di chi si ritrae come condottiero delle virtù e di chi recita la Gerusalemme Liberata per superare la solitudine del deserto ovvero essere isola .
    in mezzo ci sono i gesti quotidiani di chi per riscattarsi sottrae alla vita il tempo per farne marmellata da spalmare, marmellata da confondere con il sangue e offrirla in ostaggio alle pareti d’appuntamento e in birrerie interdette a madre coraggio e ai suoi figli cospiratori.
    Vorrei avere la forza di Vladimir e investire i miei risparmi, ormai solo pane quotidiano, per comprare un fucile , la libertà dei nomi e delle stampelle e sostare agli incroci per mostrare il mio costato forato dal piacere e dalla solitudine
    non serve a nulla, se non a contare i testicoli usati ormai solo per toccarsi…non si sa mai…

    e poi … i poeti! misti nel sangue e nei fantasmi, traditi dal fare e tormentati come angeli sulla soglia del peccato.
    i poeti condottieri , esaltatori di sapori e odori ingredienti che nelle ricette sono indicati q.b., .

  2. O scrive:

    signor presidente, vorrei sentire una musica melanconica come un paesaggio d’estate in pianura
    signor e,lei lo conosce bene, morbido come infante pronta per le grandi feste
    una serata prossima al tramonto segnata da una breve bruma
    a indicare l’ora a misurare l’angolo
    acuto
    vorrei disegnare un volto con un profilo rifatto per cancellarne ora e tempo e offerto vergine a ogni tramonto.
    signor presidente qui la linea non coincide più nell’ombra di una lampada, a basso consumo. qui la mente insegue idee , piccoli passi per riconoscersi e mettere fra parentesi lo stomaco vuoto
    vuoto per le serate delle cornamusa e il controluce che raddrizza i torti.
    qui i passi sono scale e sono bugie dette per paura di non so cosa
    è caduto da un ponteggio colpito da un piccolo sasso
    lanciato da un compagno
    sono caduto e ho infilato due dita in gola per impietosire la terra
    sono caduto, terra ho implorato ,come bambino, il cane che lecca i deboli
    una madre che ruba il pane per darlo ai piccoli
    lei avrebbe capito
    lei avrebbe sofferto il dolore
    io invece sono scappato
    signor presidente

    ho scolorito il lapis rosso e blu fino a trovare i colori
    complementari e conclusivi

  3. O scrive:

    non so come interpretare la realtà che mi circonda
    mi domando se sia più vero il cielo rosso al tramonto
    o quello descritto con banali parole
    dolci
    aspre
    estratte come denti cariati da luoghi comuni
    o come canditi, sputati dal panettone a natale
    reale è in incavo dove spesso inciampi e ti mostri
    consueto
    estemporaneo avvenimento
    che tu chiami
    casualità

    da piccolo la liquirizia era la pelle del diavolo , nera e peccato
    brividi rubati a una giornata di sole e aspettando dio ti sei confuso con la folla
    hai mormorato il suo nome
    -dammi oggi il pane quotidiano e un gemello
    che possa sostituirmi nelle prove maggiori e cambiare sesso a suo piacimento
    vorrei una realtà come un abito-

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...