Operation Innana

Pubblicato: 26 febbraio 2013 da sericamente in Uncategorized

(Lo hai sentito anche tu
il richiamo venire
dalle bocche
sparse come uccelli muti)

(Ho trovato il suo disegno
in un sogno tra due giornate e due allodole)

Sembra che la musica
sia la chiave esistenziale
Quattro nocche e due dita

Il Bianco del ricordo ancestrale
perpetrato nelle disposizioni immateriali
di un futuro a schiacciare
un sonno
di fianco alla panchina che chiami presente
reale, amniotico stare
il suono che senti e metti nella tasca bucata
questa è follia
Nel’immenso mare sparso con perizia
Ha scavato i rimasugli irrisolti
Ho gradito l’istante
come fosse
un eterno miagolio melodrammatico

Grandine invisibile
all’altare di un andarsene
e morire nelle cose
scoprendo la propria metratura
e la bugia di un me e il resto

Solo accordi maggiori
declinati in tanti cedere

oggi è giorno,
di carne ed affanni
e di pensieri che disegnano cerchi,
senza piroetta

Chiamato e lasciato all’impronta
Sento grida materne in lontananza
e tutti i figli del mondo e delle cose
intonano qualcosa

 

(Poesia correlata a questo video)

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...