Notturno finlandese (estate sul Baltico)

Pubblicato: 11 febbraio 2013 da bonfre in Uncategorized

 

E come si fa
ora che non c’è notte
o
perlomeno
è finta quella che appare
ai piedi dei gruppi di betulle
è ridicolo
quel suo esile tentativo
d’anneramento
sugli angoli alle case
dove piega il tetto
come un origami
non si può
con quegli stracci
di nuvole alte nel cielo

illuminate

alle tre di notte

che sonno porti?
che sogni?

mare immoto
grigio e silente
rechi nel fondo
morti sottomarini

e pesci tra le alghe

commenti
  1. sericamente scrive:

    Ha il sapore di una domanda-risposta infinita, come quando si ferma il tempo e si sentono i meandri sconfinati delle cose. Anche il ritmo aiuta, una cadenza compatta che fa sentire le immagini a pelle

  2. pienamente in linea con il commento precedente.

    mi piacciono in particolare quelli che considero… e non so perché, inviti allo sviluppo delle parti del testo: E come si fa/… è ridicolo/… non si può/… che sonno porti?/ che sogni?

    leganti efficacissimi a confermare la compattezza e il coinvolgimento.

  3. llmezzanottell scrive:

    Più di tutte, di quelle lette fino ad ora. Concordo con i due commenti precedenti.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...