1035.

Pubblicato: 1 febbraio 2013 da Andrea Lucheroni (Jmarx Poetry) in scrittura
Tag:, ,

Con gli occhi del padre, mi siede accanto
. il tormento della luce che si espande
mi guarda come un albero del tè, mattino
. tra i primi mucchi della ricostruzione
mi parla di una cortina di futuri, da difendere
. come detriti assolti
dallo sforzo.

Ed io, figlio dei miei occhi, lo assecondo.

Lo assecondo ancora, mentre
si ricopre di città.

commenti
  1. llmezzanottell scrive:

    Sì, devo dire di sì. Mi convince.

  2. morfea scrive:

    bella bella andrea.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...