Piede (con disco da taglio e frammenti di unghia)

Pubblicato: 22 gennaio 2013 da nicolacudemo in Uncategorized

Nessuno mi asperge con l’acqua e le rose.

Non più gigli fra l’erba e l’erba è ristoppia ingiallita

è l’ago di paglia che tormenta il dorso del piede e caviglia.

Questo piede, è abbronzato.

Ha le vene in rilievo, è il mio piede

e ha tutte le unghie, meno una.

Strappata, è rimasta per terra

e la polvere ha coagulato il suo sangue

che rosa, ombreggiava la scaglia di corno sopra la carne.

Ad ogni stagione, accorcio la scheggia che rimaneva

con il disco da taglio del Dremel

che gira veloce a tremila giri al minuto.

Ogni volta affonda oltre la soglia e taglia la carne

e il mio sangue bagna la terra che calpestai

e forma una macchia rappresa sopra le scarpe di tela

che l’acqua del mare dilava e cancella.

commenti
  1. O scrive:

    Quando devo incominciare un nuovo lavoro per rodare i miei pensieri e dotarli di sufficiente viscosità, così che possano attaccarsi a materia grezza, apro queste pagine e mi fermo su un testo qualunque meglio se senza commenti , senza appigli , senza strada ferrata per agevolare la salita:
    una pista da aprire.
    … solo, su una parete a chiedersi , “chi me lo fa fare”, una parete ostile alla comprensione e alla vita stessa, che pone un dio solo per dare un senso, e il sangue, il tuo, alla sola comprensione possibile: non volere, non volere ricordare l’irreversibile azione del tempo.
    Così quella parete , la poesia, immunizza ogni dolore ogni pensiero troppo astratto per trovare un appiglio concreto o un accesso alla trasformazione.
    Si ora sono pronto , parole chiamano parole, e idee annunciano altre idee .
    La poesia non vuole la nostra comprensione non vuole essere condivisa. È un muro di ghiaccio e si diverte a vederci scivolare …e cadere.

  2. margotcroce scrive:

    che ci troverete di così attraente, voi uomini, nel dremel..

  3. margotcroce scrive:

    bellissimo “dilava”….posso rubartelo?

  4. margotcroce scrive:

    sì…decisamente bella, con anche una musicalità che alla prima lettura sfugge per le immagini nettamente contornate

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...