Dissuasore di colombe (fucili, fuciletti e minkiate varie).

Pubblicato: 21 dicembre 2012 da nicolacudemo in Uncategorized

Mi giunge un ritmo da soluzione di continuità di rotaia
con innesto di tromba da autovettura di transito.
Sposto la caramella alla menta nell’altra guancia.
Ho la fissa dell’alito maleodorante.
Io sono il Dissuasore di Colombe, e l’editor di testo mi suggerisce,
alla c di colomba : come, cose, che cosa, coglione.
In alto, sul tetto del silos, ho l’occhio sull’ottica dell’imitazione
italiana di un clone di skorpio cecoslovacca. Fatta da una ditta
fallita, ma è in calibro nove, ha un calcio e una slitta per
accessori. E’ depotenziabile, ok ? E poi, posso forare senza rimorsi
la bocca di canna, per applicare il soppressore di suono che ho costruito con
un tubo di Pringles. Questa è la colomba n. 10. E’ classica, bianca,
immacolata, ti aspetti un ramoscello d’ulivo da qualche parte, invece,
mentre la inquadro, ha una specie di fremito poi
espelle uno schizzo di guano.
Subito dopo premo il grilletto, lo sparo è uno sbuffo sommesso, fa
più rumore l’otturatore che si riarma.

La n. 10 è una nuvoletta di piume che si disperde.

La n. 10 è uno straccio sporco che cade giù dal traliccio orizzontale di congiunzione.

Lo stormo rimane. Non ha sentito rumore.

E’ perplesso, si sposta nervoso più in là. Non capisce. Non
ci sono falchi, nel cielo. Non ci sono spari. Niente e nessuno lo
avvisa della morte che lo sta decimando.
In basso uno degli uomini con la pelle scura raccatta la n. 10 e la
infila in un sacco di plastica nera.

commenti
  1. llmezzanottell scrive:

    Minkiate. Quella K mi fa impazzire. Il tocco del maestro direi. Ecco qui ti apprezzo particolarmente, hai chiamato le cose con il loro nome. Attento a sparare in alto se non calcoli bene la gittata finisci per spararti sui piedi. E poi quella colomba potrebbe finire per farti qualche scherzetto.

  2. alegbr scrive:

    ma….non aveva annunciato l’iddio, perdono signò, l’addio??

    • Nicola Cudemo scrive:

      Caro alegbrs, non c’entra il fatto della mia ragazza, ma soprattutto il contorno. Non so se continuerò a leggervi… Mi prenderà un giorno per pensarci bene, e poi deciderò…mi sono un pò rotto di certi atteggiamenti. Devo ammettere che alcuni di voi mi sono simpatici ed ho riso frequentando il gruppo, ma per alcuni aspetti è diventato un pò troppo pesante per me…probabilmente mi mancherà un pò di autoironia, ma cmq essere giudicato costantemente “colui che non coglie concetti che ai pi˘ risuterebbero scontati”, quando, fortunatamente, nella vita reale è diverso ha iniziato un pò a stancarmi. Ormai non posso fare una battuta, o usare io un pò di ironia che subito viene tirata fuori la solita storia (anche nel link iniziale che c’era si WikICC tormentoni era riportata una mia frase dove dicevo “ma dai, quella ha un’arma al posto di una gamba”, che avevo scritto per dire: sta cosa mi pare una stronzata, ed invece la risposta ricevuta fu: non ti scappa proprio nulla…) Quindi vi saluto

      • llmezzanottell scrive:

        uuuuuuuu ! Il generale Cudemo ci lascia. Come faremo senza le sue pistolate? ahahahaha

        • Nicola Cudemo scrive:

          Alla sociologia o più in generale al comportamento sociale umano, con particolare riferimento alla psicologia di massa, può andarsi a vedere gli attuali recenti post nei quali diagnosticherà come io sia stato letteralmente cacciato dal luogo in questione mediante innovative tattiche di accerchiamento. Essendo attualmente braccato, lascio il blog in segno di protesta contro l’impossibilità espressiva facente capo a nuove modalità artistiche, con particolare riferimento al Goticismo, presente in questo paese. La riapertura sarà a data da destinarsi, ma, presumibilmente, molto lontana. Mi scuso per il cross-post con i puristi, ma, data la situazione, è comprensibile come questo costituisca, di fatto, il mio ultimo messaggio, e ponga, conseguentemente, termine, alla mia collaborazione con il gruppo a qualunque livello. La polemica, in ogni caso, non era di estrazione recente, ma si può dire cominciata poco tempo dopo che io iniziai a scrivere in questa sede, come chiunque potrà diagnosticare andandosi a vedere i post più remoti, facenti capo alla seconda metà dell’anno scorso. Auguri di felice anno nuovo a tutti i lettori. Addio.

  3. alegbr scrive:

    questo è un commento serio, certificato iso.
    Ho vissuto, come molti, un paio di lustri nelle bocce di vetro dei siti di scrittura, non è che mi sorprenda che le avatar-presenze dei popoli relativi possano soffrire di travasi narcisistici, chi non ne ha subito qualcuno, piuttosto mi sconcerta che l’entropia di vanvera connessa al ruolo generi ancora profeti e proseliti.
    A me piace “come” scrivi nicola, ritengo persino che tu abbia un grammetto di talentuccio.
    E’ come fai di tutto per sprecarlo che mi fa un po’ saltar sulla sedia.
    Dietro quelle tre o quattro cose tue che ho letto qui, a mio modestissimo parere, non c’è nulla, nessuna sostanza, pochissima dinamica, solo un rincorrersi di descrizioni in uno stile piuttosto lavorato e tendente al divergente, nel solco dei codici narrativi post-moderni.
    Ora, faccio esempio, se anche il mio amato DeLillo spesso e volentieri mi provoca una diffusa letargia, figurati chi, dilettante, si mette nel solco. E dietro le spalle di questo figlio d’america ce ne son di cose, una montagna.
    Se ci aggiungi che la tua presenza commentizia, qui, di cui si sarebbe potuto apprezzare un certo estro sanamente provocatorio, tende sempre a “ricordare” la stima che hai di te stesso, e che in definitiva ti metti sempre sopra o sotto o in mezzo o dietro o di traverso alle “righe”, ciò che rimane di te, in coscienza è quattro quinti del profilo di un fumetto. Aria.
    Paradossalmente, la tua presenza non si nota affatto.

    con rispetto

    A

    • Nicola Cudemo scrive:

      Capisco il tuo punto di vista, caro algherbs, ma non è questo il punto. Seguo la F1 da metà degli anni ’70 (il primo ricordo è il rogo di Lauda al Nurburgring) e vi leggo da anni, ma oramai la F1 d’oggi è patetica e la frequentazione di questo blog non da più la soddisfazione di un tempo. Flame, troll, nostalgici e poco altro. Del resto di cosa si dovrebbe discutere in un blog dove il tema principale Ë ben poca cosa? Magari tra qualche anno le monoposto torneranno addirittura a superarsi in pista, ad avere motori diversi e tecnologie sperimentali forse applicabili alle auto di serie. Magari un pilota formidabile tornerà a frenare 20 metri dopo tutti gli altri. Magari per allora mi riappassionerà. Fotterà a pochi questo mio saluto ma ci tengo a farlo pubblicamente quasi fosse un requiem per una mia vecchia e grande passionaccia.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...