fermi

Pubblicato: 1 agosto 2012 da almerighi in Uncategorized

Ispirazione, ritrovare fiato

sotto la doccia chiara

di poco sole, valanga intatta

rabbia per diletto,

e l’assassino appostato

sui tre quarti

sembra lo stesso

è più gustosa la carezza

timida osservante

in quiete,

niente bilanci euclidei

certa felicità trova

mattinali ripuliti

dalla cornice del matrimonio

Gli illesi interrano

con dispiacere i morti

la fame esige pasti

i costrutti

(che non sono scogli)

minore banalità

e ci si rincorre fermi

commenti
  1. (52|1) POESIE scrive:

    nonostante io e te non siamo decisamente “allineati” per quanto riguarda i gusti poetici (io amo la Bre, la Leto, la Portaccio, in cui sanguinamenti da grand guignol, ravanamenti meta-suicidi e rivoltolamenti dolorosi sono off limits da sempre, ma pare che questo approccio non vada di moda ultimamente), questo tuo scritto mi appassiona parecchio, tanto da rileggerlo sul serio e più volte. E in particolare la chiusa, anche se non capisco la mancanza della punteggiatura finale (Joyce o formattazione ?).
    Mi domandavo, da fisico teorico qual sono: ma esistono anche bilanci non euclidei?

  2. llmezzanottell scrive:

    Devo dire che mi piace molto. Adoro il verso breve e pregno e certi finali amari e sospesi.

  3. meth sambiase scrive:

    Almerighi Flavio? Ma quando la lasci “la galaverna”. Perché se non si gira in rete mica la si trova la seconda classificata del V.A. di quest’anno.
    Politically (s)correct about privacy.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...