cipressettisull…

Pubblicato: 13 giugno 2012 da dylanstranger in Uncategorized

cipressetti
sulla trave disegnate
l’ombra del perdono
che mai verrà
e mai sussurrerà
parole
di carta bianca
e inchiostro blu.
carducci lo conobbi
sull’autobus arancio
leggendo
dal sedile sinuoso
il libro di una vecchia
rossa china
come una zanzara
a sorvolare
poesie
traboccanti
di ritmi e passi

ma ciò che stupì
la mia fragile
voce si chiamava
romanticismo,
secco duro gelato
come un suono stanco
impigliato tra i rami
degli alberi

 

Panchià. 2008

commenti
  1. dylanstranger scrive:

    giada, la ragazza che ha scritto questi pezzi poetici è stata aggredita picchiata e violentata da un ragazzo nero a genk, due giorni fa; adesso è ospite di una struttura psichiatrica in belgio; prima di partire mi aveva chiesto di pubblicare le sue poesie, se potevo darle una mano e mi aveva inviato un file di sue poesie per questo; io le ho pubblicate tale quali, sebbene alcune alcune fossero un po’ sconclusionate come forma.
    per questo rinspondevo in modo così laconico nei commenti, perchè l’ autrice era in giro e mi aveva delegato a pubblicare le sue cose,
    adesso potete anche toglierle.
    un saluto

  2. attraverso scrive:

    mumble. facciamo che la storia che hai raccontato sia vera, non o motivi per dubitarne ma…

    “è stata aggredita picchiata e violentata da un ragazzo nero”

    è una frase che mi fa uno schifo rivoltante e trovarla qui mi fa venire voglia di picchiarti.

    Non te lo spiego nemmeno.

    Addio dylanstranger non leggerò mai più nemmeno una virgola di ciò che scrivi e spero che tu venga cassato.

  3. jmarxpoetry scrive:

    Anche io basito, in caso avresti dovuto spiegarti da subito. Mi piacerebbe avere uno scambio serio con chi ha scritto questi testi. Chiunque sia, dovunque sia, qualunque sia la sua storia.

    • llmezzanottell scrive:

      Uno viene violentato, vive una tragedia così grande e pensa a far pubblicare poesie su un blog di sconosciuti oltre che a mettere in piazza la vicenda in rete….Le conclusioni da trarre credo possano essere chiare ed univoche. Questo è un blog letterario, che ha vissuto, vive e splende grazie ad un certo ” credo” condiviso e all’amore per l’arte. Faccende personali, bambinismi o tamarrate tipo questa di Dylanstranger c’entrano molto poco con lo stile del blog. Personalmente, essendo assai legata a questo luogo, mi duole molto, cioè mi spiace tanto, ci siano queste escursioni poco felici dalla linea di stile di TCWK. Speriamo non si ripetano. Scusate lo sfogo.

  4. margotcroce scrive:

    ci sono persone e personaggi.. direi che dylanstranger fa parte di questa seconda categoria

  5. morfea scrive:

    mi unisco allo sfogo di tutti.

  6. The Cats Will Know scrive:

    Per quanto mi riguarda chi sia l’autore non è importante… Tanto più che quando leggiamo dei testi sulla rete chi ci garantisce sulla paternità dei pezzi? Sulla non multiplicità di uno stesso autore che magari usa nomignoli diversi? Sulla veridicità di ciò che scrive? Sull’uso della provocazione? Ciò premesso, e dovendo necessariamente adottare un criterio, prendiamo per buono quello che dylanstranger qui dichiara… Essendo l’interazione un elemento imprescindibile del sito, è chiaro che si può anche pubblicare per interposta persona, ma difficilmente si può rispondere in modo credibile ai feedback dei lettori su pezzi non propri… Perciò dylanstranger diventa un contributore, ovvero i suoi testi dovranno essere approvati per essere pubblicati… Ciò potrà avvenire solo se la ragazza in clinica psichiatrica vorrà prendere il posto che dylanstranger le ha amabilmente riservato… Ammesso che poi noi si decida di volerci credere.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...