Lo stormire delle formiche

Pubblicato: 8 giugno 2012 da lievolando in Uncategorized

bastava un passo, sullo stormire delle formiche
per dare varco a un peccato senza redenzione
un inconscio obbligatorio
padrone mio, fratello, fiato mio, onnipotente
che tutto porta scritto anche le epidermidi

– chinati a terra, non voltarti – disse – a sette, a sette
aggiungeresti urla alle persiane che già
hanno fessure troppo larghe
sempre più dolore entra, la smorfia quasi
rivolta al muro e un tremare di labbra sul bicchiere

allora provo a tratteggiare un pezzo di cuore e dalla finestra
lascio entrare il ramo d’acero dove le potature
non saranno semi femminili, o semi di madre
là sulla gogna di un tetto, là senza chiavi una distrazione
sempre voluta, accanto. accovaglie di pipistrelli
escono all’imbrunire come un volo che trema, i vetri

avremo già fame, sulle macchie dei tulipani, e io mi afferro
torno alla prima persona

commenti
  1. meth sambiase scrive:

    C’è il tempo di un ricordo, legato al passo delle formiche d’estate, di un uomo e di una donna e poi la fine e il ritorno alla prima persona. Sono versi narranti, e sono notevoli.
    Un saluto.

    • sì meth, la formula della narrazione comprende una decina di testi che ho in parte pubblicato qui. testi che mi riportavano all’individualità dopo un periodo in cui avevo volto la persona ad un io più massificato. un noi insomma, abbandonando la cerchia stretta dell’io e il tu, del tu e l’io.

      ti ringrazio molto per la lettura.
      un caro saluto a te

  2. llmezzanottell scrive:

    Ha un’aria così misterica…. Qualcosa suona in nero, sotterraneo, buio e quelle formiche come l’eruzione di un incubo.Piaciuta molto, per il tono intimo e suggestivo anche, particolare, quasi che ogni replica sarebbe decisamente fuori posto.

    • ed era forse proprio per il bisogno di fare uscire più intimità, sono approdata a questo tipo di scrittura, più spontanea, più fliuda. lasciando letteralmente eruttare da una superficie calma, le mie energie interne. spesso le più buie.

      grazie sempre Bianca della tua attenzione che ogni volta, dà un apporto essenziale al mio leggermi

  3. che evoluzione daniela! scorrevole ma allo stesso tempo enigmatica, fluida e portatrice di riflessioni. Con un incipit ed una chiusa davvero notevoli! già il titolo è poesia.

  4. sì. questo stormire (con le restanti che citavo a Meth) ha segnato una svolta nel mio modo di scrivere. ha contribuito anche ad ammorbidire la mia scrittura nei testi brevi, che caratterizzano la maggior parte della mia produzione recente.

    grazie a te, Francesca cara🙂

  5. intarsiodiversi scrive:

    c’è un’intensità bella e particolare, come in tutte le cose che vediamo andare via.

  6. morfea scrive:

    l’intensità questo la caratterizza.
    molto bella.
    ha un profumo ed un rumore per me particolare.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...