Misurazione collaterale per soglie in travertino

Pubblicato: 18 maggio 2012 da domandedibambu in Uncategorized
Tag:

Lucidata sul piano, soglia liscia
con carezze a piedi impari
nelle coste in vista l’equilibrio
fragilità
del solfeggio: fa sì l’entrata per tutti
secolare
s’affolla l’uscio

di là, larghezza collinare per stagioni prevedibili
                   svenimento
il cipresso
                               la peonia
l’erba cinerina

qui, la lunghezza allineata di ore livide
d’accordi deviati
poi ordinati
in saliscendi disgiunti

per quanto

sottogradi, gli spigoli smussati
in opera a fatica
con malta bastarda i pensieri tendinei

alcuni, oppure

le tue soglie da donna spaurita
le gambe dell’alibi avverso
teso in uscita
nostro
secco
il caso
vuole sigillature di giunti e grappe
per vegliarti cara la morte.

commenti
  1. llmezzanottell scrive:

    Il mio salotto, non ci crederai, ma è di travertino. Base che prende tre pareti e su cui sopra ho poggiato grandi cuscini azzurri…un salotto arabo in stile …di base in travertino forte e compatta con tutte quelle misteriose insenature…varchi e pertugi di segreti ed allusioni. Ancora non so se la malta bastarda possa servire a qualcosa, qui decisamente no, le anse e le insenature di questo testo sono belle così. bacin , b.

  2. 00chicca00 scrive:

    la morte che forse ci abita….
    architetti di spazi che misurano cosa?.. a volte inutili e senza senso.. vorrebbero forse misurare o misurarsi con la morte?
    stef…sei sempre grande grande
    non so se ci sono entrata fino in fondo , ma così l’ho letta!
    un abbraccio londinese
    chicca

  3. almerighi scrive:

    bah, è una sorta di Pasquale Panella annacquato e senza doppi fondi, eccetera

    • domandedibambu scrive:

      … la Città di Pietra allagata … buona idea …. neanche Houdini ne è uscito però, vivo🙂
      in compenso a Pasquale Panella fischieranno le orecchie e prima o poi con la legge del contrappasso anche a te🙂

      …. la ricerca ha i suoi limiti nel limitare l’altrui terre al circolo vizioso dei propri limiti …

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...