se poteva starci il male minore

Pubblicato: 8 maggio 2012 da Francesca Coppola in Uncategorized
Tag:, , ,

e ogni volta che vai via
la ragione riparte dall’inferno
lì, dove anche il male minore
mente guai e rabbia

di vita lunga i cimiteri
infestano la prospettiva
ferma ai loculi, alle date
-viste e non viste-
alla melma come coperta
sui dialoghi della memoria

se c’è ancora chi accende lampare
ai morti -più d’un secolo-
e i fiori distraggono i passanti
dal pavimento

chi cerca di tornare a casa
ha scarpe senza equilibrio

.
le buche seviziano i vivi

commenti
  1. almerighi scrive:

    La prima strofa è di una bellezza stupefacente, poi la poesia si smarrisce si arruffa un po’. Ti consiglio di rileggerla.

  2. llmezzanottell scrive:

    Piaciuta tantissimo, anzi, molto di più delle altre tue che ho letto dall’inizio del 2012. E’ per il tema, ed anche per le scene che hai scelto, ” prospettiva ferma ai loculi”. Insomma rende, non mi stona nulla. Unica cosa : avrei isolato l’ultimissimo verso, pregno da meritare vita propria.

  3. Francesca la migliore delle tue che io abbia mai letto. Mi unisco a Mezzanotte per il commento. Brava, senza mettermi a sezionare i versi che sarebbe una “sevizia” alla poesia

  4. morfea scrive:

    ha quel qualcosa che la fa rileggere.
    incantata.
    fino all’ultimo verso

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...