Le voci sono donne concimate dal vento

Pubblicato: 17 aprile 2012 da Francesca Coppola in scrivere
Tag:,


 

settante volte sette come a dire infinito

e poi ragionarti la fronte quando vivere

-chiodi di vetro- aggiusta le speranze

 

poteva essere io        dovevi pensarti tu

poi magari l’altra verità era stare fermi

invece che unirsi senza spingersi

nell’altro      oltre misura

 

cercherai [un giorno] alchimie malformate

troverai invece fazzoletti d’impazienze

e le arrese così si frequenteranno

 

le voci, noi, il vento

 

mani a pioggia

e sposti ancora una volta

la donna che c’è in me

commenti
  1. llmezzanottell scrive:

    E’ il vento del dubbio che si fa turbine interno, nuvola e acquazzone. In questo senso il tema è anche bello, anche se mi spiace un pò per quel finale , in cui appare un contorno di donna mosso da mani terze. Anche se poi a rifletterci , proprio questo concetto è per me quello cardine del testo, quello che appare il più misterioso nei suoi possibili multipli significati.

  2. darbedat scrive:

    a leggere questo testo si ispessisce il tempo e nel rifiuto ostentato , richiamato da un opposto ( la chiusa) é come se, il tempo, fosse inutile fardello; invece sembra proprio essere la banale memoria che ne l suo incessante lavoro incappa in concimi che troppo spesso si affidano alla chimica. è difficile dunque parteggiare per un testo cosi, per una persona , come me, che fa dell’agire la condizione essenziale dell’esistere e che non ha bisogno di cercare nuovi assoluti.
    bene gli altri versi

    • Francesca Coppola scrive:

      “per una persona , come me, che fa dell’agire la condizione essenziale dell’esistere”

      mi sento molto vicina a questo pensiero. Credo di muovermi nella stessa direzione. parteggiare o meno per un testo del genere, non vuol dire -per forza- pensarla allo stesso modo, ma avvertirne suggestioni e interpretare almeno uno dei suoi molteplici significati. Come dicevo a mezzanotte, l’interpretazione può essere puramente soggettiva. Se tu hai avvertito impotenza e passività, queste possono essere solo facce di un medesimo dado.

  3. morfea scrive:

    io mi sono innamorata di questa tua

  4. sericamente scrive:

    mi piace questo svanire apparente, oltrechè la tematica afffrontata abilmente nella sua rappresentazione o rivelazione, secondo me se avessi usato la parola donna solo una volta, si sarebbe rimasti appesi di più al resto del testo, per la ragione d’inizio commento, nella chiusa ho sentito una contraddizione percettiva

    • Francesca Coppola scrive:

      ed infatti, ho usato solo una volta la parola donna, nella chiusa.

      • sericamente scrive:

        Mi riferisco al titolo, è una questione mia di lettura, di stimolazione psico-linguistica alla parola donna, si capisce l’oggetto-soggetto della poesia, è come volere una rivelazione del suo valore simbolico, sia stimolata dal titolo o dalla chiusa ( in tutti e due i casi anticipata per me), avrei usato donne nel titolo e poi lasciato sbiadire e prendere forma imperfetta, come succede nella vita quando si ha il senso delle cose e poi le si vede disperdere, legati ad un suono primigenio. Non riguarda il significato, le parole sono legate da chi le scrive

  5. missnightingale scrive:

    Un testo meraviglioso. L’incipit è davvero spettacolare e poi, e poi, i contenuti così palpabili e per me comprensibili nel più intimo midollo. “L’altra verità” rappresenta l’opzione quando non si capisce come realizzarla ma si sa bene che è l’unica via. Complimenti cara Francesca

  6. intarsiodiversi scrive:

    mi piace molto questo sguardo di donna, come se provenisse da dietro una tendina, presente e nello stesso tempo lontano.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...