City

Pubblicato: 6 marzo 2012 da llmezzanottell in scrivere
Tag:, ,

Certi giorni hanno una bocca scontrosa
e il basso ventre della città
è amaro e piatto
come certi orgasmi recitati,
come un dopoguerra sfinito
che attende le campane
per svegliare sonnambuli e vampiri.
Ma tu mi piaci così,
mi piaci triste,
con la luce che scalda rami e ratti
nell’eterno autunno
del tuo spazio monumentale.

commenti
  1. darbedat scrive:

    meravigliosa!… e mi verrebbe da aggiungere: rido!
    Bianca , meravigliosa!

  2. margotcroce scrive:

    belllissima… lirismo suburbano, fascino alieno, vena di dolcezza bianca su marmo nero

  3. ciprea scrive:

    il fascino noir che stuzzica

  4. darbedat scrive:

    non trovo commento più appropriato di questo:

  5. jmarxpoetry scrive:

    mi piace pensare alla Parigi di “Due o tre cose che so di lei…”

  6. morfea scrive:

    bellissima bianca.

  7. francesa coppola scrive:

    certe giorni così come certe notti vanno prese e sentite con l’amare/amore in bocca, il ventre basso fra autunni, vampiri e insonnia. Mi piace, sì!

  8. È splendida, così come lo sono quelle atmosfere che smuovono dentro, indefinite eppure tangibili come la stretta leggera di un male sottile.

  9. llmezzanottell scrive:

    Gram e Doris…wow!❤ Cosa chiedere di meglio??? Un grazie a tutti per avermi letta.

  10. sebastiano scrive:

    Magnifico Bianca, mi trasmette lo stesso fascino di una passeggiata invernale sul lungomare di Rimini… non so perché ma è così e mi piace!

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...