Conca d’acqua

Pubblicato: 5 marzo 2012 da morfea in Uncategorized
Tag:, , ,

Torna come una perla questa conca d’acqua
l’inverno che sale cupo nella svendita, annerita
di certi chiodi come niente / un vagito
che percorre passi da un piede all’altro

chicchi di voce piovono a grappoli,
onde strette sulle labbra mute
quando la nostalgia si fa vergine.

Advertisements
commenti
  1. margotcroce ha detto:

    mi piace la seconda terzina..quei chicci di voce piovono a grappoli…
    pioggia e lacrime a fare sentimento

  2. llmezzanottell ha detto:

    Direi che mi garba. La sento. Basta mutismo o fili di voce però: che si urli, anche scrivendo.

  3. ciprea ha detto:

    mezzanotte è in vena di battaglie, ma io quelle le preferisco col sangue e le armi, la nostalgia, invece, bagna labbra mute, quel pudore ch’è sempre della prima volta.

  4. jmarxpoetry ha detto:

    ho pensato alla sensazione che si ha su un volo alla 12esima ora di ovattato nulla

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...