-a ponente, a ponente

Pubblicato: 18 febbraio 2012 da lievolando in scrittura
Tag:, ,

s’abbassa langue, spicco
bagna d’amaro il nulla, eppur nel retrogusto
acqua di luna mi sghimbescio al faro

puntagli addosso –a ponente, a ponente
sale di rete eppur se  ’l cielo
affetta affetta d’onde, in sangue
confonde da sinistro la lanterna
olio olio o s’acceca il gozzo
non s’arresta al mosto si smacchia
si ripiglia congedi di conchiglia

conchiglia il piatto fondo, ahhhhh

e con lo maro “inaugurarsi il viso”
lo varo e di Boemia dirompendo gridi
gridi e perlàgi sotto sale
bottàrego, ci rido in faccia
salame lecco, nero seppia
in càprida rapìda alla laguna

ah le case, le case con le rise

assurte ‘lle forcine ‘en coppa ‘u cielo
nun me scumbina cchiù, manco nu funerali
tutta ‘sta scumpisciata che c’ho dentu

ahhhhh

le veneziane co’u pettène de mòde
ch’aggiu a sine more mora
sivuloratis mea dora in consce puro se
debbo apparà tutt’io

commenti
  1. darbedat scrive:

    é sicuramente musicale…ma sarà la mia dannatà necessità di non vedere solo specchi…a confondermi!

  2. llmezzanottell scrive:

    Molto bello il ritmo e le scelte lessicali per questo testo ideato come d’urgenza. Si avverte tutto il movimento, le luci , le voci e il mare.La prima strofa è uno spettacolo, ma tutto il testo è molto particolare. Non ho molta confidenza con il dialetto, ma la parte tra virgolette suona come un’imprecazione da parte di chi si deve accollare tutta la fatica….e qui che si rafforza la sensazione delle voci per una maggiore suggestione da parte di chi legge.

    • d’urgenza sì. le strofe sono state tutte scritte in un tempo minimo. mi sono proprio affidata al mio “istinto musicale”. ma anche tutto il resto è estemporaneo, senza il tempo di un calcolo o una correzione. tutto ciò perché questa che leggi è solo la mia parte di un botta e risposta con un amico, avvenuto su un forum, giusto nel lasso di tempo netto che ci voleva per scrivere. si prendeva la vena e poi via.

      altri tempi, altri entusiasmi… mi è piaciuto pubblicarla qui nonostante sia l’estrapolazione da un duetto. sono lieta delle suggestioni che ti ho trasmesso. la parte “dialettale” la definirei piuttosto metasemantica, visto che cercavo di scrivere nello stesso dialetto di quell’amico campano, essendo io lombarda.

      sei sempre generosa con me. ti ringrazio assai😉

  3. sericamente scrive:

    mi è piaciuto perdermi in questa poesia, non ti dico in quanti posti mi sono ritrovato

    • sì, è successo anche a me scrivendola. luoghi e situazioni senza cronologia, che mi portavano da una parte all’altra, negli ambiti della mia memoria… sono lieta di averlo trasmesso

      grazie di cuore🙂

      • sericamente scrive:

        si è come ti regalassero un foglietto con scritto “indizio per la soluzione” e poi ti ricordi quanto è grande è il problema, e poi ricordi che non non dovrebbe essere un problema
        Grazie a te, un saluto

  4. morfea scrive:

    oh che bella!!!
    pura musica di parole e luoghi

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...