E SU GLI SCARLATTI CAMPI

Pubblicato: 11 febbraio 2012 da Villa Dominica Balbinot in Uncategorized

… “Bisogna essere capaci di tutto
( e con della freddezza
il grado più audace)
in questo universo stellato,
– in uno di questi immensi mondi
immoti congelati esangui”..

 

Il sole ardeva sui muri grigi
e sugli scarlatti campi
– fiorivano le rose dolcemente decapitate:
solo allora precisamente crollava,
nello smisurato scenario di cristalli della morte,
nel tessutale disfacimento
( un paesaggio fluviale,
una devastazione,
una città di martiri).
In una atmosfera esasperata
– di luce e di attesa
perfino quelle celle le appartenevano,
come a un essere remoto e latitante
spaventosamente compresso,
– lo sguardo suo già in una notte.
E drammaticamente esstrangolava:
che cosa mai si stesse poi lacerando,
nelle processioni di morbosa bellezza,
negli ipogei tutti
– in quelle tombe in cui non era ancora stata?…
( oh, quella idea di profanazione,
della oltranza
quel residuale esito..)

commenti
  1. theallamente scrive:

    un sole crudele, vedo, dalle crepe della terra serpi e dee bambine

  2. llmezzanottell scrive:

    Va bene, che dire? Io ti adoro, lo sai. In particolare l’immagine delle rose, mi ha rimandato a quello che secondo me è uno dei più bei passaggi del libro di Suskind ” Profumo”: ” il suo respiro fioco…come quello delle rose morenti nel sonno “

  3. Grazie a te, carissima morfea: grazie per l’apprezzamento convinto e generoso, vedo:-))

    un caro saluto a te

  4. margotcroce scrive:

    sono sicura di averla già letta tempo fa.. la rimiro nuovamente in ogni suo passaggio
    vascello fantasma su mare nero
    un saluto Dom

    • Carissima Margot, questo è il mio ultimissimo testo in assoluto, scritto e poi subito postato su inconcretifurori( adesso non più splinder, ma wordpress)
      e poi riportato su facebook in modo vario

      può darsi benissimo che ti sia imbattuta in uno di qs “lanci”:-))

      grazie per rimirare l’andamento da “vascello fantasma in mare nero” è un po’ l’atmosfera a me riferibile ( e mentre lo sottoscrivo, mi pervade un brivido, ma di estenuatezza, beninteso

  5. 00chicca00 scrive:

    è veramente grande la tua capacità di uso della parola che riesce ad essere sempre fresca , sempre diversa e non riconducibile a nulla
    di quante rose ho letto in molti versi, ma qui hanno un senso ed un sapore altro, credo che la creatività stia proprio nel ridare vita alle parole…
    quel “morbosa bellezza” è unico!
    bella davvero bella
    chicca

  6. anche io, cara 00chicca00 mi posso ben dire “strabiliata”( e anche commossa, direi) da un tale tuo commento, che terrò !!( con tutte le sue considerazioni…))

    grazie molte e anche un caro saluto a te, generosa

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...