Ipnosi del tratto di neve

Pubblicato: 22 gennaio 2012 da morfea in Uncategorized
Tag:, ,

L’ostrica intagliata dai tuoi denti
mi fa tutta in un segno bistrato
dai seni piccoli a macchia
fino alla fame nascosta nelle mani,
mi nega l’ipnosi, il riverbero verde
dagli inchiostri a-t-tratti.

Trema il labbro bagnato,
nel ruvido grazie che come membrana
ricopre l’aria, lentamente in vuoti
e ricordo ancora la neve,
ancora nelle nudità
ricordata dai polsi accadendomi nervi.

Il ricordo-traliccio avvitato sulle dita
profuma di crosta annerita sui bordi,
raccolgo il cielo spigato nei rebbi
occlusi e infausti, da lievi forme-convesse
faccio buio con le labbra
di questa voce che non posso scordare.

La zolla dura della carne, si forma
dentro alcove ossee e picchietto
agrodolci paranoie sugli orologi dimessi
mezza-notte appare divina con i suoi tulipani-blu.

Si avvolge una serpe sulle caviglie
e nulla tace in uno schizzo di pietra
quando i detriti annebbiano le parti,
il succo è una diatriba ricoperta dai fiati,
nel cerebro e nelle cornee stese
la luna dischiude le cavità
come il mio sesso:dentato.

commenti
  1. llmezzanottell scrive:

    Ci sono accostamenti inediti e molto particolari, ma nel complesso nella lettura mi sono un pò persa nelle ambientazioni, forse perchè in questo testo c’è troppo tra mare , terra, cielo e fisicità. Abbastanza perplessa poi su quel “sesso dentato” finale. Mi rimane tuttavia, lo stupore nel dipingersi cavità, un frutto di mare perso nello spazio.

    • morfea scrive:

      questa sequenza è nata a tratti.
      ho creato l’insieme per la sua particolare nascita.
      mentre fluivano altre parole io creavo le mie.
      [c’è un piccolo richiamo/omaggio a te ;)…la mezza-notte e i tulipani bliu]

      • llmezzanottell scrive:

        Sai che ero su google a cercare come fosse fatta la cavità sessuale dell’ostrica? ah ah ah, mannaggia a te, mi hai fatto venire certe curiosità ! Grazie per l’omaggio my dear, mi fai sciogliere…non pensavo che ti ricordassi dei tulipani, il mio fiore preferito! Un bacio grande!

  2. morfea scrive:

    beh…ha un che di sessualmente implicito l’ostrica…:P
    baciogrande a te*

  3. jmarxpoetry scrive:

    La chiusa mi ha colpito molto🙂

  4. è un adagio, un lento fluire questo, differente nei toni rispetto all’aura “cupa” e forte che hanno altre tue composizioni.
    un testo che richiede attanzione, perchè concentrato di un eros che è fortemente sottinteso e metaforizzato in modo “aulico”, lasciando la mente libera di comporre il ritratto.
    grazie, antonella
    sempre nuova
    ^_^

  5. margotcroce scrive:

    premesso che mi piace.. e devo dire che dai tuoi inizi sei andata avanti alla grande…
    ho come l’mpressione di trovarmi in un mercatino d’antiquariato dove ci sono tante cose belle che attirano l’attenzione e fanno un mucchio indistinto dovre l’occhio si perde.

    così la mia lettura è rimasta affascinata ma incapace di cogliere ogni passaggio.. tranne uno

  6. morfea scrive:

    grazie a francesca e margot…
    curiosa come sono ti chiedo quale:)

  7. margotcroce scrive:

    il più intimo… non so se sia il caso di sviscerarlo😉

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...