Specchi, merletti&arsenico

Pubblicato: 15 gennaio 2012 da morfea in Uncategorized
Tag:, ,

ti trascini sciolta in qualche parola
e nel becco che tiene gl’infissi
il tuo viso scoperto fra il nero e il panna

[tenda che muove l’ombra –
sapendoti diafana –
sulle dita arruginite]

lentamente d_istanti nella processione
che la luce trascina su e giù nello stringerti
accanto come un respiro sfilato dai polsi

commenti
  1. llmezzanottell scrive:

    “Ti Trascini sciolta in qualche parola”, spettacolo! Verso che appongo nella mia Bibbia personale, se non ti dispiace.

  2. margotcroce scrive:

    sembra l’imbattimento con uno spettro, una visione, un fantasma…

  3. mi ricorda le velature in pittura, che passano sul soggetto a strati, lasciando qualche squarcio di nitidezza che individui un fulcro, una zona periferica del quadro, che lo sostenga per lasciare intuire la figura.

  4. ciprea scrive:

    in-scena la trasparenza dell’ombra che delinea contorni di bellezza

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...