COME IN UNA SORTA DI AFFEZIONE DOLCE

Pubblicato: 10 gennaio 2012 da Villa Dominica Balbinot in Uncategorized

In quella positura lei poi si attrezzò
come in una sorta di affezione dolce:
e con lo strumentario…

Si rifece dunque
alle asserzioni dei padri,
l’expositio lesse,
l’elucidario…
Sprofondò nelle disquisizioni sottili
( quelle dinanzi alle torturazioni anche)
E iniziò lei medesima a putrefacere,
in quelle scave enunciazioni sul freddo – e lo viscoso,
le parole dedicate tutte
a una qualche legge di Lynch stridula e maniaca…
-e pure nella scompensazione ultima
(Felicemente e fin sontuosamente
essiccherebbe,
davanti alla disadorna diretta morte,
l’embolica occlusione,
-e con quel suo nefando canto.)

commenti
  1. llmezzanottell scrive:

    Conoscevo questo testo. Uno stile e atmosfere riconoscibilissime. Il buio e il fosco della vita e del suo momento supremo. Metafora della vita e del tempo, la folata del vicino crepuscolo. Inutile che io ti dica quanto apprezzi la ricerca evocativa delle scene, ricerca connessa alle tue sensibilissime capacità percettive di autrice.

  2. Carissima IImezzanotteII, ti ringrazio per ciò che dici, grazie di parlare di riferimenti a una situazione di “momento estremo”( interessante),anche tu percepisci molto bene, vedo!!

  3. llmezzanottell scrive:

    Il momento supremo che intendevo è proprio quello estremo, che tenta il nichilismo della fine pur alludendo alla vita.

  4. brava, cara B.intendi bene, sei profonda..

  5. ciprea scrive:

    ci sono ombre e luci che si stagliano come lame nella tua poesia e scenari che mi piacerebbe dipingere, ambientazioni dove il buio ha la profondità vorace della scena da cui emergono suoni come un coro di voci… sempre interessante

  6. morfea scrive:

    sei d’incanto.
    hai una forza nelle parole che mi lascia senza fiato.

  7. gentilissima ciprea, : “ombre e luci”, “lame”” scenari che si stagliano dal buio: “suoni come coro”; trovo che sono tutte osservazioni molto, molto acute( e di lettura attenta)

    grazie tantissime un caro saluto

  8. Carissima morfea, che dire davanti a queste tue parole convinte? che sei un tesoro nei miei confronti, ti sento davvero convinta, appunto:-))

    non posso che essertene grata, davvero

    ti mando un abbraccio, ciao

  9. ammiro tantissimo questa scrittura di grande maturità, che è capace di dipingere l’io con tanta perizia e poesia, in una lucida e consapevole “eutanasia” che smorza vita per tramite di vissuto nella percezione. ottimo! anche per la ricercatezza dei vocaboli…🙂

  10. cara Francesca, il tuo commento perfino mi “imbarazza” sia pure piacevolmente_))[ anzi, di più]
    . mi colpiscono i tuoi riferimenti a quella che consideri maturità espressiva ( punto per me importantissimo, a dire il vero, grazie a proposito!) e mi attira anche quellla tua definizione di “eutanasia”(e poi, oltretutto”lucida e consapevole”( osservazione che viene certo da sguardo acuto!!
    un grazie davvero per un intervento generoso e lucido

    un carissimo saluto… a leggerci
    grazie molte

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...