Il fiume

Pubblicato: 8 novembre 2011 da The Cats Will Know in scrivere
Tag:, , , ,

La vedo, scende al fiume ogni giorno
per ritrovare stralci d'uomo o ceneri
di una cremazione
come se  la corrente avesse
indizi o un ordine emesso dal cielo, una secca alla gola
mai così benvenuta  se corrisponda
al ritiro delle acque
 
Ma l’autunno impasta di nebbia e piogge la restituzione. E lei
 
gira su una giostra di burattini a fili assenti
s’attende incroci, miniature
ponti che da vicino sembrano bocche di giganti in tutto quel masticare
                                                
                                                             indifferenza
 
Un salto lungo, per esempio
scempio che scuce i canali verso la risaia
come fa
il corpo
             forse
avendo perso la via maestra
 
cerca un mulino, un posto che somigli ad una casa, sepolcro
o vicinanza di una finestra che vede sempre il fiume

Lo vede come quando
vedesti me, per le fotografie e
si scherzava: – togliti il cappello anche se non sei tenuto, ma
sarebbe meglio davanti a un signora vestita
di rosso-

Annunci
commenti
  1. Morfea77 ha detto:

    è un mulinello al vento questa tua.
    l'aria lo fa sentire.
    al naso alla bocca
    alla testa
    arriva.

  2. almerighi ha detto:

    Mi limito a una lode sperticata, questo è un gran pezzo davvero.

  3. chiccama ha detto:

    un gran bel pezzo!
    e come amo questo andare e ritrarsi anche graficamente che mi ricorda le anse le curve e i vortici di una corrente che diventa altro attraverso le trasparenze della nebbia
    è visiva ed immaginifica, ha colori in tutte le gamme del grigio  con qualche striatura di azzurro  e quel rosso splendido che dirompre come è il rosso autunnale!
    bella bella bella
    chicca

    • tagliegraffiti ha detto:

      Sì cara, una grafica quasi a risacca, come un prendere e restituire. Restituire in particolare quei significati in corsivo, che avvolgono purtroppo ancora la storia vera che ho contenuto nei miei versi.

      Tu occhietto di lince, sempre attenta ai colori. E’ cosi: le gamme di grigio attorno a questo fiume, ai canali di irrigazione, nell’atmosfera funerea che ben individua Marco. Contrapposte al rosso al vestito rosso che indossavo, quando per chi dal fiume è stato inghiottito, c’era ancora vita.

      daniela

  4. darbedat ha detto:

    alla poesia  si dovrebbe applicare, e forse  lo si fa, il giudizio  che si concede alla musica: l'interpretazione  deve contenere il respiro  che le parole  ccongelano  e non tradirne   la rivelazione.
    Qualche volta , in qualche passaggio, in qualche angolo, in qualche  cono di luce,  l'interpretazione aggiunge  tempi supplementari  che forse hanno solo  l'onere di mostrare  un tempo passato… e una memoria  rimpicciolita come  i trofei di guerra

  5. marcomiconi ha detto:

    Ha qualcosa di oscuro nel suo dipanarsi. Tutta la prima parte suona ovviamente funerea per come si costringe in na costellazione semantica vicino alla morte. Poi ,dai canali scuciti in avanti,l’acqua che arriva sembra riportare la vita nel testo e nel senso. Il rafforzativo ricercare di un’accoglienza accende un fuoco. E il finale suona addirittura allegramente ironico.
    Davvero assai complessa e completa.

    • tagliegraffiti ha detto:

      Hai perfettamente colto e non solo. Apri a un’analisi che mi era sfuggita, su questo mio testo. Dal fiume ai canali, alla loro rete (foltissima dalle mie parti). Dall’esterno sempre più all’interno per dipanare e riportare alla vita. Un po’ come il viaggio del dolore nel suo trasformarsi nostalgia.

      Ti ringrazio assai, Marco 😉

  6. rosadstrada ha detto:

    è un'opera splendida, dove si più ammirare la misura dell'autore nello spargere il suo dettato

  7. fil0diseta ha detto:

    visto che ci sono, lascio un ringraziamento veloce a tutti. tornerò a rispondere con più calma.

    buona domenica a voi

  8. tagliegraffiti ha detto:

    Ho riesumato l’ultimo testo pubblicato sul vecchio blog, così nulla resta in sospeso 😉

    Ancora un grazie a ognuno di voi ❤

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...