Cornici

Pubblicato: 14 ottobre 2011 da The Cats Will Know in Uncategorized
Tag:, ,

(leggo che è comune il desiderio di tornare qui… 🙂

Cosa potrà valere questa cornice col mio incarnato dentro
il mio essere uomo, donna o un legame di orchestre
che ricompone gli odori dell’infanzia
la pelle di mia madre
 
 
il fiato è pronto alla sorpresa mentre passa nel cielo
un volo amaranto che farà scalo nel lago
presagio di amori coricati sugli approdi del sale
                             
Se guardo in alto, mi sento mancare.
 
Torno fra le sponde di un letto piccolissimo, da dove vedo il mondo
isola, preghiera, colore a macchie, muschio e terraferma
o una marea, che arrotonda lame di bottiglia
di vita in vita
 
 
La schiena di traverso, la pelle (una parete) e le unghie
non bastano a scavare una vicinanza che elude
il voler amare.

Annunci
commenti
  1. llMezZanottEll ha detto:

    Poesia dell'attraversamento attraverso il sè. Hai reso benissimo il moto, che tra l'altro assume essenze sfumate di una trasmutazione eterea ed allo stesso tempo terreno-carnale. Ottimo pezzo.

  2. almerighi ha detto:

    sì, sarebbe anche mio desiderio accadesse, nella fattispecie questa lirica propone un incipit formidabile

  3. Morfea77 ha detto:

    [vi leggo ancora.
    seguo i vostri moti ondosi]

    attra_verso.
    si.
    la pelle apre alle parole e ai pensieri.
    si fa cornice.

  4. Ecatmel ha detto:

    che bello incontrare i tuoi versi, la tua voce… mi sei mancata…
    il ritorno ha stanze piene di viaggi dove raccogliere odori, sensazioni, sempre vive… 
    un abbraccio

  5. sincontrario ha detto:

    felice di leggerti

    a cat that might know

  6. fil0diseta ha detto:

    (rispondo con riferimento ai numeri delle repliche)

    #5 credo di averti individuata, nonostante il cambio di nick 😉
    felice di ritrovarti. e magari fatti rileggere anche tu da queste parti

    #4 grazie Mirella. un altro abbraccio a te :*

    #3 ciao cara Antonella. non ti ho persa di vista anch'io nei tuoi moti ondosi, soprattuto attraverso un amico che ti segue e ti apprezza assai. a te, i miei complimenti 😉

    #2 grazie anche a te, Almerighi 🙂

    #1 cara Bianca (credo di ricordare bene). ma sono certa di ricordare molto bene tutto il resto di te… per questo sono felice doppiamente del tuo apprezzamento. grazie 🙂

  7. darbedat ha detto:

    È la voce il mistero, o é la parola coricata e attratta verso il basso?
    Non mi lasci scampo e non  lasci neppure l’imitazione  a  invertire la rotta, a trovare  spazi  vuoti  dove i suoni, senza scavare,  trovino impronte e  metabolismo.
    La poesia  toglie il fiato e insieme   toglie  altro che non sia il tuo sentire
    Mi sono smarrito  prima di  varcare la soglia di questo secolo.

  8. Morfea77 ha detto:

    [son curiosa ora di sapere chi è :P]

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...